La Valchiusella, percorsa in tutta la sua lunghezza dal torrente Chiusella, confina a Nord con la Valle d’Aosta, a Est con il falsopiano eporediese, a Sud con il basso Canavese, a Ovest con le valli Sacra e Soana, ed ha la forma di un arco lungo circa 25 km.

La valle, nata dai ghiacciai e geologicamente formata da due anfiteatri morenici, si scinde in due parti nettamente distinte.

La prima, in alto, ha inizio dalla pendice della piramide caratteristica del monte Marzo ( dedicato dai romani al dio Marte), procede con direzione Nord-Ovest ed è chiusa da una imponente catena montuosa a semicerchio, posta a Nord e Nord-Ovest, nella quale spiccano, oltre al monte Marzo m 2756, il monte Giavino m 2766 (dedicato al "Numen Fanno" prottettore della pastorizia).

La seconda parte, sbarrata dalla morena laterale destra del ghiacciaio della Valle d’Aosta, nella zona media, ha una brusca deviazione a Sud di Vico con direzione Nord- Sud, mentre nella parte più bassa il torrente devia ancora a Est sulla morena Wurmiana.

Per la sua bellezza venne definita dal Giacosa "La Svizzera del Canavese".